Salute & Difesa dell'Anziano (R)

 Salute & Difesa dell'Anziano  

 Perché è un nostro dovere aiutarli a combattere il decadimento psico-fisico , a renderli più autonomi e consapevoli fornendo loro i mezzi necessari alla salvaguardia della loro incolumità

Un progetto che permetterà loro di affrontare lo stress e la perdita di energia tipiche di questa età

 

 

Mastering Power Light per la Terza Età:

metodologie tecnico-pratiche per l’acquisizione del benessere psico-fisico dell’anziano e addestramento all’utilizzo delle tecniche base della self defense per la Terza Età.

VIDEO CHE PRESENTA LA METODOLOGIA DI LAVORO:    http://www.youtube.com/watch?v=IQiuzaeMcrk

Le metodologie del Mastering Power Light sono studiate per poter essere applicate anche nella fascia della Terza Età, strutturandosi naturalmente sulle diverse esigenze e capacità dei praticanti; differenziazioni che si rendono necessarie quando le persone a cui il corso si rivolge sono degli anziani.
Lo scopo del Mastering Power Light resta quello di garantire al praticante una condizione psico-fisica migliorata, che gli consenta, quanto più possibile, una capacità di vigile e pronta reattività in tutte quelle situazioni in cui Attenzione e Presenza si fanno requisiti fondamentali.
Se nel giovane il Mastering Power Light contribuisce a "costruire" una personalità forte e capace, nell’anziano l’obiettivo principale è quello di ripristinare interiormente uno stato di benessere, rilassamento e concentrazione che si esplichino esteriormente con una maggiore coordinazione neuro-motoria e una corretta applicazione delle tecniche base della Self Defense. Per quanto riguarda l’anziano, infatti, la Difesa Personale è un discorso strettamente connesso al concetto dell’Em power (dall’inglese Em-powerment: dare potere, mettere in grado di agire), poiché è questa la fase della vita in cui l’individuo ha più bisogno di rafforzare e tutelare se stesso. Rafforzarsi anzitutto psicologicamente, consapevolizzando il proprio "potere" interiore: utilissimi saranno, a questo proposito, gli esercizi tratti dal Qi Cong e dal Tai Chi Ch’uan.
La percezione dell’energia vitale in uno stato di calma e lucidità rappresenta, sicuramente, la condizione ideale a cui affiancare un allenamento fisico guidato e attento alle singole necessità e problematiche degli anziani. Le tecniche di Difesa Personale sono accompagnate da approfondimenti teorici su varie tematiche che vanno dagli aspetti normativi (articoli n° 52 e n° 55 del Codice Penali) che regolano e legittimano la Self Defense, a quelli di carattere psicologico: particolare attenzione è riservata all’analisi dei mutamenti psico-fisici che subentrano nella Terza Età e che rendono la persona più facilmente vittima di soprusi e raggiri.
La solitudine in cui, purtroppo, molti anziani sono costretti a vivere rappresenta indubbiamente un fattore che moltiplica il pericolo di subire aggressioni; conoscere le dinamiche che sono alla base di queste situazioni "a rischio" rappresenta il miglior strumento di prevenzione e tutela della propria incolumità. Se prevenire l’aggressione resta comunque il primo obiettivo per un praticante di Mastering Power Light, allo stesso tempo l’anziano sarà allenato a rispondere prontamente ed efficacemente al pericolo, mettendo in atto le tecniche fisiche di difesa personale più adatte alle sue capacità e che il Mastering Power mette a disposizione di tutti coloro che vogliono accrescere il loro "potere" di reagire.

Questo progetto, inoltre, assume un enorme importanza se consideriamo che negli ultimi decenni la struttura della popolazione e della società nei paesi a sviluppo avanzato si è radicalmente modificata per effetto di una profonda trasformazione demografica. Il declino del tasso di natalità e l’allungamento della vita media hanno determinato nei paesi industrializzati un progressivo e veloce invecchiamento della popolazione. La transizione demografica ha portato l’Italia ad essere uno dei paesi più vecchi del mondo e al contempo uno dei paesi con i più bassi livelli di natalità. Le stime della speranza di vita alla nascita per il 2002 confermano il trend in crescita di questo indicatore, superando in Italia i 76,8 anni per gli uomini e gli 82,9 per le donne . Tale fenomeno demografico anche se ha determinato guadagni in termini di speranza di vita è accompagnato da un aumento del numero dei soggetti che si vengono a trovare in uno stato di malattia e di insufficienza funzionale nelle ultime fasi della vita. Gli anziani hanno un rischio di perdita di funzionalità 4,5 volte maggiore della fascia di popolazione con meno di 65 anni e sono esposti a diversi gradi di disabilità che compromettono lo svolgimento di attività quotidiane in varie forme (motorie, cognitiva e funzionale). L'invecchiamento può essere definito come un progressivo disadattamento di fronte alle ordinarie fluttuazioni dell'ambiente interno ed esterno dell'organismo umano ed è probabile che ogni fattore in grado di comprometterne l’equilibrio dell’anziano accelera il processo di invecchiamento. Ne consegue che un individuo invecchia tanto più e tanto prima quanto meno è in grado di adattare le sue mutate capacità fisiche alle normali fluttuazioni del sistema ambientale che lo circonda, quindi il processo di invecchiamento è influenzato negativamente da una vita meccanica e sedentaria Se teniamo presente, che il sessanta per cento del ricambio energetico individuale compete al sistema muscolare striato, risulta evidente l'importanza che può assumere la riduzione dell'attività muscolare nel sistema biologico di un individuo. L'attività muscolare nel soggetto che invecchia si è dimostrata non solo un mezzo di attivazione generale ma anche di stimolazione su vari organi e funzioni, acquistando così non solo un carattere terapeutico, non sostituibile da alcun farmaco, ma anche un valore preventivo in quanto in grado di ridurre il fisiologico decremento delle capacità di adattamento nell'organismo. E’ fondamentale, quindi, far lavorare l’anziano con un sistema che gli dia i mezzi necessari per difendere la propria incolumità e gli permetta di combattere lo stress e la perdita di energia tipiche di questa età.

SALUTE E DIFESA DELL’ANZIANO E' UN PROGETTO CON MARCHIO REGISTRATO DI PROPRIETA’ DEL PROF. LUIGINO IOBBI.