FEDERICO ANDRENACCI - ISTRUTTORE KUNG-FU ILMAS

Federico Andrenacci

ISTRUTTORE MPF - KUNG-FU - TAI CHI

Un antico detto taoista dice:
"Lo sciocco ammira la Via il saggio la percorre"

Questo mi spinge a chiedermi: tutti questi "maestri" di arti marziali che ci sono oggi e non fanno altro che vantare la bellezza delle arti marziali, di come la loro vita sia stata ceduta alla loro pratica, di come il mondo ignora oggi la verità celata in esse, come se in essi si trovi la luce, quasi a voler giustificare anni di pratica, di dubbi, e di domande che forse si sono posti ma la risposta non è stata accettata perché, a volte, è più bello sognare di vivere che vivere; queste persone sono sagge?

Nel corso della mia pratica ho capito due cose che voglio ora riproporvi. La prima è che viviamo in una gabbia talmente stretta che è molto difficile da vedere. E per quanti sforzi possiamo fare per abbellirla, è, e resta una gabbia. E se non prendiamo coscienza di ciò, se il nostro cuore non capisce cosa significa, lo stile non farà altro che fortificare questa gabbia.
La seconda è che esistono cose talmente grandi che sono molto difficili da vedere; anzi impossibili, esse devono essere vissute, per capire che c’è qualcosa che vale la pena cercare, e per questo qualcosa vale la pena perdere tutto, perdere la tua gabbia, perdere te stesso.

Le arti marziali sono state uno Strumento usato da vari Maestri per liberare il discepolo dai propri limiti, al fine di fondere il corpo e la mente, al fine di rendere "Uno" la persona. Sono nate in un monastero… Allora smettiamola di prenderci in giro, cosa poteva mai interessare a un monaco difendersi imitando una tigre o un serpente; "Forse" aveva qualcosa di più importante da fare…

Un Maestro non ha bisogno di parole per insegnare, non ha bisogno di muoversi per mostrare. Egli non ti da nulla… Per tutto il percorso non fa altro che togliere, togliere, togliere. Proprio quando state per odiare le arti marziali perché le uniche cose che vi sono concesse fare sono le cose che odiate di più, iniziate a percepire qualcosa. Una sensazione di distacco, di liberazione. Vi accorgerete che "senza esservi allenati" alle cose che più "amavate" esse sono migliorate così tanto che una vita di pratica non sarebbe bastata…
Nato dalla formazione del Professor Luigino Iobbi, il Mastering Power Fighting è il risultato di anni di studi, e di crescita. Cercherò di descrivere cos’è, ma è talmente grande che deve essere Vissuto.
Un sacerdote incontrò un giorno un maestro zen e, volendo metterlo in imbarazzo, gli domandò:
"Senza parole e senza silenzio, sai dirmi cos'è la realtà?
il maestro gli diede un pugno in faccia.
Quello che si propone di fare il MPF è proprio questo, cogliere il senso vivo e diretto della difesa personale. Spesso ci scordiamo che la realtà è affidata ai fatti, ed è la consapevolezza che ci permette di essere all'altezza delle situazioni, di essere presenti.
"La tigre non teme la iena perché è consapevole della propria forza."
Il Mastering Power Fighting insegna la consapevolezza, la conoscenza di se, al fine di rendere possibile la Presenza, l’unico strumento in grado di "difenderci".

18/12/05
Andrenacci Federico

Tortoreto (TE)

+39.339.3522961
f.andrenacci@masteringpower.com