ZHAN QUAN - Boxe Guerriera

ZHAN QUAN    -  La Boxe Guerriera

 Il ZHAN QUAN ovvero BOXE GUERRIERA nasce da quaranta anni di esperienza nel mondo delle Arti Marziali, dal lavoro fatto nella Ilmas con Allievi, Istruttori e Maestri, anche di altre Scuole, e soprattutto dal lavoro fatto con il mio Shi Fu Angelo D’aria!

            Il ZHAN QUAN è la chiave applicativa di tutto quello che il Kung Fu rappresenta, è ciò che rende le formule del Qi Xing Tang Lang Quan realtà!

Nelle sei materie LIU GONG KE che costituiscono la base dello studio di tutte le  arti marziali dopo aver allenato il corpo, averlo irrobustito e condizionato, dopo aver appreso le formule a mano nuda e quelle con le armi, si parla della storia e della teoria e dell’esercitarsi nel combattimento prestabilito e libero (QUAN FA DUI LIAN). In altre parole si passa all’analisi e all’applicazione di tutto quello che si è imparato! Studiando e applicando i principi fondamentali e le strategie del combattimento si passa alla realizzazione pratica di tutto ciò che si è appreso in astratto! All’improvviso tutto assume una forma e un significato! Lo scopo del Zhan Quan è proprio questo: rendere reale ciò che si è studiato in teoria.

Tutti i percorsi evolutivi marziali per essere considerati utili devono prevedere l’acquisizione della Forma per poi ritornare, al momento opportuno, alla non Forma. Cercherò di spiegarmi meglio. Quando intraprendiamo lo studio di un’arte marziale, siamo dei novizi, il nostro corpo non è allenato, ci si muove in modo scoordinato, i muscoli non sono ne tonici, ne elastici, il nostro schema motorio marziale è praticamente a zero; ovviamente molto dipende dall’ambiente dove si è vissuti fino a quel momento, ma in ogni caso chi più chi meno, tutti sono praticamente al livello base. Compito di una vera Scuola di Arti Marziali deve essere quello di dare la possibilità a quel novizio di potersi addestrare fisicamente, condizionare agli impatti, disciplinare la propria mente, e acquisire quanta più Forma possibile. Parliamo di tutta una serie di tecniche combinate fra loro, celanti formule con principi chiave di ogni genere, per far in modo che il novizio, dapprima, impari a muoversi, a stare in salute e a risolvere tutti i problemi fisici, per poi acquisire quella che io chiamo tecnica perfetta! È importante che ognuno dei praticanti possa raggiungere il massimo livello a lui possibile, senza che ci sia competizione fra i vari adepti, anche se da una sana competizione scaturisce sempre l’evoluzione. Pian piano il novizio, ormai non più tale, impara a essere efficace, a reagire con competenza dinanzi a situazioni di pericolo, coltiva quella che viene definita la PRESENZA, e assume consapevolezza sempre di più del percorso che ha intrapreso. Ma arrivando ai livelli tecnici più alti ci si rende conto che la realtà è ben diversa, che tutto ciò che funziona allenandosi da soli, molto spesso, non trova coerenza misurandosi nella realtà, dove nulla è definito e schematizzato. A questo punto entra in gioco la vera essenza del  ZHAN QUAN, le cui metodologie e sistemi di addestramento devono far si che l’allievo esperto acquisisca la Maestria del Kung Fu, ossia la capacità di esprimersi in modo istintivo ovunque si trovi e in qualsiasi situazione, tirando fuori la strategia giusta al momento giusto. Per usare il termine Taoista, il ZHAN QUAN permette di  arrivare allo stadio di COMBATTERE SENZA COMBATTERE, lasciando che il Wu Wei, il NON AGIRE, fluisca e agisca in modo naturale e terribilmente efficace.

Nel Zhan Quan si analizzano a coppie e contro più avversari tutte le formule  apprese nei TAO LU, sia a mano nuda che con le armi.  Il corpo viene condizionato nel modo tradizionale con il PAI DA GONG (letteralmente: battere con le mani), facendo si che ogni braccio diventi una spada e ogni dito un coltello! La mantide è famosa  perché taglia e spacca,  per fare questo le tue armi devono essere potenziate e devi conoscere il corpo umano nelle sue cavità più nascoste e vitali. Ma poi ti viene insegnato anche lo SHUN LI – Seguire la Forza; ti viene dimostrato come il duro si spezza e può essere sconfitto, mentre il flessibile, si adatta e vince! Si apprende che posso annullare un attacco direttamente alla radice con un colpo altrettanto potente, ma posso anche lasciarlo andare a vuoto, rigirando verso l’avversario la sua stessa forza! Viene analizzato il movimento di un attacco in modo biomeccanico e fisiologico in modo da trovare la risposta giusta al momento giusto e possibilmente, senza il minimo sforzo! Devo essere in grado di applicare il kung fu in qualsiasi momento, posizione o ambiente! Devo imparare a essere efficace da corpo a corpo, da corta e  lunga distanza, un pugno deve essere efficace con e senza caricamento; devo imparare a colpire senza remore se necessario, ma al contrario devo avere la capacità di assorbire un colpo nel caso in cui lo subisco, magari anche con sorriso sulle labbra. Devo essere in grado di percepire l’attacco ancor prima che si manifesti, intuizione e azione devono sgorgare nel medesimo istante! Sino ad arrivare ai livelli più alti, dove si impara a difendersi senza fare del male.

Signori, tutto questo è il ZHAN QUAN, la Boxe Guerriera!     

 

LUOGHI E DATA CORSI

Orario invernale valido dal 26 settembre 2016 al 28 maggio 2017

(per l’orario estivo visita il sito www.luiginoiobbi.com oppure richiedi l’informativa a info@luiginoiobbi.com )

GIULIANOVA c/o Palestra Gymnasium 2000 – Health & Joy Club, via sardegna 19

LUNEDI – MERCOLEDI ORE 19,30 – 21,00